Favole di Esopo/Di un Avaro, e de' Pomi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Avaro, e de' Pomi

../Di un Tordo preso al Vischio ../Di un Avaro, e d'un Campo fertile IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Avaro, e de' Pomi
Di un Tordo preso al Vischio Di un Avaro, e d'un Campo fertile
[p. 236 modifica]

Di un Avaro, e de’ Pomi. 255.


Un’Avaro aveva molti pomi belli in un giardino, e mai non ne mangiava alcuno se non si marcivano. Un suo figliuolo liberale menava i suoi compagni al giardino, e loro diceva: Mangiate tutti quelli pomi, che volete, eccetto i guasti, perchè quelli vuol mio Padre per lui.

Sentenza della favola.

Questa favola significa, che non è al Mondo cosa più misera, che l’essere avaro, non sapendosi profittare di quel bene, che la natura il concede.