Favole di Esopo/Di un Gallo, ed una Volpe

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Gallo, ed una Volpe

../Di un Uomo, ed un Serpente ../Della Gallina, ed i Pulcini IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Gallo, ed una Volpe
Di un Uomo, ed un Serpente Della Gallina, ed i Pulcini
[p. 274 modifica]

Di un Gallo, ed una Volpe. 345.


Avendo una Volpe ammazzato molte Galline ad un Villano, all’ultimo fu presa con un laccio. Essendo presa domandò di grazia al Gallo, che gli portasse un coltello per tagliar il laccio, overo non dicesse niente al Padrone, infin che tagliasse il laccio con li denti. Il Gallo promise fare l’uno, e l’altro; Ma subito disse al Padrone esser presa la Volpe, alla quale corse con un bastone, e l’ammazzò, ed ella morendo, disse. O pazza, io mi son fidata del Gallo, al quale io ho ammazzate tante mogli.

Sentenza della favola.

La favola significa che non ci dovendo mai fidar di quelli, i quali abbiamo offesi.