Favole di Esopo/Di un Medico, ed un'Infermo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Medico, ed un'Infermo

../Dell'Asino, ed il Lupo ../Del Mare, e d'un Pastore IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Medico, ed un'Infermo
Dell'Asino, ed il Lupo Del Mare, e d'un Pastore
[p. 104 modifica]

Di un Medico, ed un’Infermo. 12.


Un’Infermo dimandato dal Medico come si sentiva, rispose fuor di modo sono [p. 105 modifica]sudato tutto. Ed il Medico disse: questo è buon segno. Un’altro giorno addimandato di nuovo come stesse, rispose esser preso dal freddo. Ed il Medico rispose, che era buon segno. La terza volta essendo addimandato, rispose per il flusso del corpo esser mancato. Ed il Medico rispose: questo è buon segno. All’ultimo fu dimandato da un suo amico come stava, ed esso rispose: Io sto bene, ma me ne muojo.

Sentenza della favola.

Questa favola significa, spesse volte il danno esser dottrina all’uomo.