Favole di Esopo/Di una Cornacchia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di una Cornacchia

../Di una Cornacchia, e le Colombe ../Di un Lupo, ed un Cane IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di una Cornacchia
Di una Cornacchia, e le Colombe Di un Lupo, ed un Cane
[p. 284 modifica]

Di una Cornacchia. 370.


Una Cornacchia fu presa da un uomo, il quale la legò per un piede, e la teneva in casa pascendola. Quella increscendole vivere fra gli uomini, fuggì con la corda legata al piede, e ritornò al suo nido. Ed essendole intricata la corda a un ramo d’un Albero, non potendosi partire per andare a cercare da mangiare, se ne morì di fame, e morendo diceva fra se medesima; Aimè misera non soffrendo io vivere in servitù appresso agli uomini, incautamente mi sono privata di vita.

Sentenza della favola.

La favola significa, che alcuni volendo liberare da un pericolo mediocre cascano in un maggiore.