Filocolo/Libro quarto/123

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro quarto - Capitolo 123

../122 ../124 IncludiIntestazione 17 settembre 2008 75% letteratura

Libro quarto - Capitolo 123
Libro quarto - 122 Libro quarto - 124

Destati quasi ad un’ora amenduni gli amanti si levarono lieti, e Biancifiore vide Filocolo vestito in quella forma che Glorizia le avea detto d’averlo veduto nella sua visione, e maravigliandosene gliele raccontò; di che Filocolo, pensando al modo del parlare di Glorizia, alcuna ammirazione non prese, ma disse: - Gran cose mostrano gl’iddii future a coloro cui essi amano! -. E da Glorizia serviti, quel giorno insieme, narrando l’uno gli accidenti suoi all’altro, con piacevole ragionamento dimorarono. Ma a Filocolo, gli occhi di cui pure a quelli d’Amore correano, venne disio di sapere che quella figura quivi adoperasse, e dimandonne Biancifiore, la quale così gli disse: - Io non so per che qui posta si fosse, né mai ne domandai, se non che io estimo che per bellezza e ornamento della camera ci fosse posta; ma ciò che io nel cospetto di questa figura sovente facea, mi piace di raccontarti: