Fiore/CLXXX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CLXXX

../CLXXIX ../CLXXXI IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CLXXIX CLXXXI

 
La Vec[c]hia

 "Sì dé la donna, s’ell’ è ben sentita,
Quando ricever dovrà quell’amante,
Mostralli di paura gran sembiante,
E ch’ella dotta troppo es[s]er udita,4

 E che si mette a rischio de la vita.
Allor dé esser tutta tremolante,
Dir ch’ivi non puot’ es[s]er dimorante:
Poï stea, che·llor gioia sia compita.8

 Ancor convien ched ella si’ acorta
Di far ch’e’ v’entri per qualche spiraglio,
Ben potess’ egli entrarvi per la porta:11

 Ché tutte cose c[h]’uom’ à con travaglio,
Par c[h]’uon le pregi più, e le diporta;
Quel che non costa, l’uon non pregia un aglio.14