Fiore/CXCII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CXCII

../CXCI ../CXCIII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CXCI CXCIII

 
La Vec[c]hia

 "Al ben guardar fallì’, lassa dolente,
Ché·cciò c[h]’all’un togliea, a l’altro donava:
Come ’l danaio venia, così n’andava;
Non facea forza d’aver rimanente.4

 I’ era di ciascun molto prendente,
E tutto quanto a un ribaldo il dava,
Che puttana comune mi chiamava
E mi battea la schiena ben sovente.8

 Questi era que’ che più mi piacea,
E gli altri ’amici dolci’ i’ apellava,
Ma solamente a costui ben volea,11

 Che mol[to] tosto s’apacificava
Comeco, sì battuta no·m’avea,
Ché troppo dolzemente mi scuf[f]iava.14