Fiore/CXCIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CXCIX

../CXCVIII ../CC IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CXCVIII CC

 
La Vec[c]hia

 La Vec[c]hia disse allor: "Amico mio,
Queste son le novelle ch’i’ t’aporto:
Bellacoglienza salute e conforto
Te manda, se m’aiuti l’alto Dio;4

 Sì ch’i’ ti dico ben ched i’ cred’ io
Che·lla tua nave ariverà a tal porto
Che·ttu sì coglierai il fior dell’orto".
(Questo motto fu quel che mi guerìo).8

 "Or te dirò, amico, che farai:
All’uscio c[h]’apre verso del giardino,
Ben chetamente tu te ne ver[r]ai;11

 Ed i’ sì me ne vo ’l dritto camino,
E sì farò c[h]’aperto il troverai,
Sì che·ttu avrai il fior in tuo dimino".14