Fiore/CXV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CXV

../CXIV ../CXVI IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CXIV CXVI

 
Dio d’Amore e Falsembiante

 "Dì, Falsembiante: in che maniera puote
Seguire Idio chi à tutto venduto,
Ed àllo tutto a’ pover’ dispenduto,
E le sue borse son rimase vote,4

 Ed è forte e possente e à grosse gote?
Gli sarebbe per dritto conceduto
C[h]’a trar sua vita domandasse aiuto,
Come quest’altri che·ttu or mi note?".8

 "Dico di no: che se Dio fe’ comando
C[h]’on desse tutto a’ poveri, e po’ ’L sieva,
La Sua ’ntenzion non fu in truandando,11

 E questo intendimento ti ne lieva,
Ma con buon’ opre tuttor lavorando,
C[h]’uon forte in truandar l’anima grieva.14