Fiore/LXXXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LXXXIII

../LXXXII ../LXXXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

LXXXII LXXXIV

 
Il consiglio della baronia

 La baronia sì fece parlamento
Per devisar in che maniera andranno
O la qual porta prima assaliranno;
Sì fur ben tutti d’un acordamento,4

 Fuor che Ric[c]hez[z]a, che fe’ saramento
Ch’ella non prendereb[b]e per me affanno,
Néd al castel non dareb[b]e già danno
Per pregheria né per comandamento8

 Che nessuna persona far potesse,
Perciò ch’i’ non volli anche sua contezza:
Sì era dritto ch’i’ me ne pentesse.11

 Ben disse ch’i’ le feci gran carezza
Sotto dal pin, ma non c[h]’ancor vedesse
Che Povertà no·m’avesse in distrezza.14