Fiore/LXXXVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LXXXVII

../LXXXVI ../LXXXVIII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

LXXXVI LXXXVIII

 
Amore

 Amor sì disse: "Per cotal convento,
Falso-Sembiante, i·mmia corte enter[r]ai,
Che tutti i nostri amici avanzerai
E metterai i nemici in bassamento.4

 E sì·tti do per buon cominciamento
Che re de’ barattier’ tu sì sarai:
Ché pez[z]’ à che ’n capitolo il fermai,
Ch’ i’ conoscëa ben tu’ tradimento.8

 Or sì vo’ che·cci dichi in audïenza,
Pe·ritrovarti se n’avrén mestiere,
I·luogo dove tu·ffai residenza,11

 Né di che servi, né di che mestiere.
Fa che n’ag[g]iàn verace conoscenza;
Ma no’l farai, sì·sse’ mal barattiere".14