Fiore/XIV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XIV

../XIII ../XV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

XIII XV

 
Pietà

 Pietà cominciò poi su’ parlamento,
Con lagrime bagnando il su’ visag[g]io,
Dicendo: "Schifo, tu faresti oltrag[g]io
Di non far grazia al meo domandamento.4

 Pregar ti fo che·tti si’a piacimento
Ch’a quel valletto, ch’è·ssì buon e saggio,
Tu non sie verso lui così salvaggio,
Ché sai ch’e’ non à mal intendimento.8

 Or avén detto tutto nostr’ affare
E la cagion per che no’ siàn venute:
Molt’ è crudel chi per noi non vuol fare!11

 Ancor ti manda molte di salute
Il lasso cu’ ti pia[c]que abandonare:
Fa che nostre preghiere i sian valute!".14