Fiore/XLI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XLI

../XL ../XLII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

XL XLII

 
Ragione

 "Del dilettar non vo’ chiti tua parte",
Disse Ragion, "né che sie sanz’amanza,
Ma vo’ che prendi me per tua ’ntendanza:
Ché·ttu non troverai i·nulla parte4

 Di me più bella (e n’ag[g]ie mille carte),
Né che·tti doni più di dilettanza.
Degna sarei d’esser reina in Franza;
Sì fa’ follïa, s’ tu mi getti a parte:8

 Ch’i’ ti farò più ric[c]o che Ric[c]hez[z]a,
Sanza pregiar mai rota di Fortuna,
Ch’ella ti possa mettere in distrez[z]a.11

 Se be·mi guardi, i·me nonn-à nes[s]una
Faz[z]on che non sia fior d’ogne bellez[z]a:
Più chiara son che nonn-è sol né luna".14