Fiore/XXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXIII

../XXII ../XXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

XXII XXIV

 
Gelosia

 Gelosia disse: "I’ prendo a me la guarda,
Ch’a ben guardar il fior è mia credenza
Ch’i’ avrò gente di tal provedenza
Ched i’ non dotto già che Veno gli arda".4

 Al giardin se n’andò fier’ e gagliarda,
Ed ivi sì trovò Bellacoglienza
E dis[s]ele: "Tu à’ fatta tal fal[l]enza
Ch’i’ ti tengo per folle e per musarda.8

 Ed a voi dico, Paur’ e Vergogna,
Che chi di fior guardar in voi si fida,
Certa son ch’e’ non à lett’ a Bologna.11

 E quello Schifo che punt’ or non grida,
Gli var[r]ia me’ ch’e’ fosse in Catalogna,
Sed e’ non guarda ben ciò ch’egli à ’n guida".14