Fiore/XXXIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXXIX

../XXXVIII ../XL IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

XXXVIII XL

 
Ragione

 "Di trareti d’amar nonn-è mia ’ntenza",
Disse Ragion, "né da ciò non ti butto,
Ch’i’ vo’ ben che·ttu ami il mondo tutto,
Fermando in Gesocristo tu’ credenza.4

 E s’ad alcuna da’ tua benvoglienza,
Non vo’ che·ll’ami sol per lo didutto
Né per diletto, ma per trarne frutto,
Ché chi altro ne vuol cade in sentenza.8

 Ver è ch’egli à in quel[l]’opera diletto,
Che Natura vi mise per richiamo,
Per più sovente star con esse in letto:11

 Che se ciò non vi fos[s]e, ben sap[p]iamo
Che poca gente por[r]eb[b]e già petto
Al lavorio che cominciò Adamo".14