Fu il fuoco o l'acqua che sotterrò Pompei ed Ercolano?/Rapporto di Saverio Macrì

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rapporto di Saverio Macrì all'Accademia delle Scienze di Napoli

../Rapporto di Matteo Tondi ../Indice IncludiIntestazione 20 febbraio 2012 50% Saggi

Rapporto di Saverio Macrì all'Accademia delle Scienze di Napoli
Rapporto di Matteo Tondi Indice

V.


Rapporto fatto all'accademia di scienze di Napoli, dal socio sig. S. Macrì, il quale pretende fare la confutazione dell'opinione di C. Lippi, relativamente al sotterramento di Pompei, e d'Ercolano per via umida. Letto nella sessione del di 8 Gennaio 1814.



Ragionamento intorno alle rovine di Ercolano e di Pompei1


Historia est testis temporum , lux veritatis , vitae
memoria , magistra vitae , nuntia veritatis. Cic.
de Orat. l. 2. c. 36.2.


In adempimento dell'incarico a me dato da questa dotta ed erudita assemblea , imprendo a favellar della vera cagione , onde Ercolano e Pompei furono seppellite e distrutte. E quantunque sia persuaso del poco intendiment» , che io abbia in siffatte materie, e sappia benissimo quid ferre recusent, quid valeant humeri: non dimeno ho voluto obbedire all' onorevole incarico , essendo questo il dover mio3. Per la qual cosa dirò con ischiettezza , e con libertà filosofica la mia quale che sia opinione , che benevolmente sottopongo al savio criterio di questa intera


110
società, il cui giudizio sarà per me non men pregevole , che caro. Ed affinché il mio ragionare sia chiaro , ed ordinato dimostrerò in primo luogo la verità della storia antica; in fecondo luogo risponderò brevemente agli argomenti de' miei contraddittori4 ; ed in terzo , ed ultimo luogo rintraccerò l'origine de' loro errori. Incomincio adunque.


Note

  1. Nota 1
  2. Nota 2
  3. Nota 3
  4. nota 4