Genesi (Diodati 1821)/capitolo 49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../capitolo_48

../capitolo_50 IncludiIntestazione 19 agosto 2011 75% Da definire

capitolo 48 capitolo 50
[p. 45 modifica]

Giacobbe benedice i figli, poi muore.

49  POI Giacobbe chiamò i suoi figliuoli, e disse: Adunatevi, ed io vi dichiarerò ciò che vi avverrà nel tempo a venire.

2  Adunatevi e ascoltate, figliuoli di Giacobbe! Prestate udienza a Israele, vostro padre.

3  RUBEN, tu sei il mio primogenito, La mia possa, e il principio delle mie forze, Eccellente in dignità, ed eccellente in forza.

Tutto ciò è scolato come acqua; non aver la maggioranza! Perciocchè tu salisti in sul letto di tuo padre; Allora che tu contaminasti il mio letto, tutto ciò sparì1.

5  SIMEONE e LEVI son fratelli; Le loro spade sono arme di violenza2.

6  Non entri l’anima mia nel lor consiglio segreto; Non uniscasi la gloria mia alla lor raunanza; Perciocchè nella loro ira hanno uccisi uomini, E hanno a lor voglia spianato il muro3.

7  Maledetta sia l’ira loro, perciocchè è stata violenta; E il furor loro, perciocchè è stato aspro; Io li dividerò per Giacobbe, E li spargerò per Israele4.

8  GIUDA, te celebreranno i tuoi fratelli; La tua mano sarà sopra il collo de’ tuoi nemici; I figliuoli di tuo padre s’inchineranno a te5.

9  Giuda è un leoncello; Figliuol mio, tu sei ritornato dalla preda; Quando egli si sarà chinato, e si sarà posto a giacere come un leone, Anzi come un gran leone, chi lo desterà6?

10  Lo Scettro non sarà rimosso da Giuda, Nè il Legislatore d’infra i piedi di esso, Finchè non sia venuto colui al quale quello appartiene; E inverso lui sarà l’ubbidienza de’ popoli7.

11  Egli lega il suo asinello alla vite, E al tralcio della vite nobile il figlio della sua asina; Egli lava il suo vestimento nel vino, E i suoi panni nel liquor delle uve.

12  Egli ha gli occhi rosseggianti per lo vino, E i denti bianchi per lo latte.

13  ZABULON abiterà nel porto de’ mari; Egli sarà al porto delle navi; E il suo confine sarà fino a Sidon8.

14  ISSACAR è un asino ossuto, Che giace fra due sbarre.

15  E avendo egli veduto che il riposo è cosa buona, E che il paese è ameno, Chinerà la spalla per portar la soma, E diverrà tributario.

16  DAN giudicherà il suo popolo, Come una delle tribù d’Israele.

17  Dan sarà una serpe in su la strada, Un colubro in sul sentiero, Il qual morde i pasturali del cavallo, Onde colui che lo cavalca cade indietro.

18  O Signore, io ho aspettata la tua salute.

19  Quant’è a GAD, schiere lo scorreranno; Ma egli in iscambio scorrerà altri.

20  Dal paese di ASER procederà la grascia della sua vittuaglia, Ed esso produrrà delizie reali.

21  NEFTALI è una cerva sciolta; Egli proferisce belle parole.

22  GIUSEPPE è un ramo di una vite fruttifera, Un ramo di una vite fruttifera appresso ad una fonte, I cui rampolli si distendono lungo il muro.

23  E benchè egli sia stato amaramente afflitto, E che degli arcieri l’abbiano saettato e nimicato9;

24  Pur è dimorato l’arco suo nella sua forza; E le sue braccia e le sue mani si son rinforzate, Per l’aiuto del Possente di Giacobbe: Quindi egli è stato il pastore, la pietra d’Israele,

25  Ciò è proceduto dall’Iddio di tuo padre, il quale ancora ti aiuterà; E dall’Onnipotente, il quale ancora ti benedirà10 Delle benedizioni del cielo di sopra, Delle benedizioni dell’abisso che giace disotto, [p. 46 modifica]

delle benedizioni delle mammelle e della matrice.

26  Le benedizioni di tuo padre Hanno avanzate le benedizioni de’ miei genitori, E son giunte fino al sommo de’ colli eterni. Esse saranno sopra il capo di Giuseppe, E sopra la sommità del capo di lui, Ch’è stato messo da parte d’infra i suoi fratelli.

27  BENIAMINO è un lupo rapace; La mattina egli divorerà la preda, E in su la sera partirà le spoglie11.

28  Tutti costoro sono i capi delle dodici tribù d’Israele; e questo è quello che il padre loro disse loro, quando li benedisse, benedicendo ciascuno di essi secondo la sua propria benedizione.

29  Poi comandò, e disse loro: Tosto sarò raccolto al mio popolo; seppellitemi coi miei padri, nella spelonca ch’è nel campo di Efron Hitteo12;

30  nella spelonca, ch’è nel campo di Macpela, il quale è dirincontro a Mamre, nel paese di Canaan; la quale spelonca Abrahamo comperò da Efron Hitteo, insieme col campo, per possession di sepoltura.

31  Quivi fu seppellito Abrahamo e Sara, sua moglie; quivi fu seppellito Isacco e Rebecca, sua moglie; quivi ancora ho seppellita Lea.

32  L’acquisto di quel campo, e della spelonca ch’è in esso, fu fatto da’ figliuoli di Het.

33  E, dopo che Giacobbe ebbe finito di dar questi comandamenti a’ suoi figliuoli, ritrasse i piedi dentro al letto, e trapassò, e fu raccolto a’ suoi popoli.