Guadalajara

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX secolo

canti cantastoria Guadalajara Intestazione 11 settembre 2008 75% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Alba dell'8 marzo,
nel cielo di Castiglia
fragore di tempeste e di cannon:
”Guadalajara o morte”,
in mezzo alla mitraglia
dei legionari è questa la canzon!
Travolta ogni difesa,
avanti ancor si va
e la vittoria incatenata è già!

Frecce nere del Guadalajara,
legionari all'ombra del tricolor,
giovinezza d'Italia più cara,
ogni morto risorge più vivo ancor.
Dall'alpi fino al mar
eternamente il nostro cuor ti griderà: “Presente!”

Se la barbarie rossa
sui nostri eroi più belli
con la calunnia infame si avventò,
la gloria di Permeo,
da tutta la Biscaglia
il fango dell'insulto via spazzò,
e son più vivi i morti,
perché giammai morrà
chi lotta e muore per la civiltà!

Frecce nere del Guadalajara,
legionari all'ombra del tricolor,
giovinezza d'Italia più cara,
ogni morto risorge più vivo ancor.
Dall'alpi fino al mar
eternamente il nostro cuor ti griderà: “Presente!”

Frecce nere del Guadalajara,
che dormite all'ombra del tricolor,
giovinezza d'Italia più cara,
ogni morto è più vivo nel nostro cuor.
Dall'alpi fino al mar eternamente
l'Italia in cor vi griderà :"Presente !"

Voci correlate

Wikipedia-logo.png Wikipedia ha una voce di approfondimento su Battaglia di Guadalajara.