Guagliù nun cacate muollo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XIX secolo

G Canti cantastoria Guagliù nun cacate muollo Intestazione 10 maggio 2013 75% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Guagliù nun cacate muollo
ca ’e guardie ve so’ ’ncuollo
Dicite ’o sinneco vuosto
ca nuie cacammo tuosto

2A buoie guardie municipale
e guardie ’e sicurezza
facitece sta finezza
dicite ’o figlio ’e Manuele
ca nuie cacammo bene
Si pò vulite ca iammo
ca iammo cchiù tuosto
vulimmo
’o Rre nuosto!


Traduzione

Ragazzi non defecate molle
perché le guardie vi sono addosso
Ditelo al vostro sindaco
che noi defechiamo duro

2A voi guardie municipali
e guardie di sicurezza
fateci questa cortesia
dite al figlio di Emanuele
che noi defechiamo bene
se poi volete che la facciamo
che la facciamo più dura
vogliamo
il nostro Re!


Note

Canto composto in occasione dell'epidemia di colera che colpì Napoli nel 1884. Il figlio 'e Manuele è Umberto I di Savoia, figlio di Vittorio Emanuele II di Savoia.


Altri progetti

Wikipedia-logo.png Wikipedia ha una voce di approfondimento su Umberto I di Savoia.