Inno ai santi martiri concordiesi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
cristianesimo

cristianesimo Inno ai santi martiri concordiesi Intestazione 18 aprile 2020 25% Canti

 
A voi la laude, o Martiri,
presidio e gloria nostra,
a cui gli intatti pallii
inclito sangue inostra!
L'inno il cadente secolo
ripete a voi così,
come sonò sul Lemene1
nel vostro estremo dì.

2L'unnico brando e l'ascia,
la fuga e la paura
dell'operosa Iulia
travolsero le mura!2
L'aule, le terme, i portici,
le regie vie sparir;
gli dèi bugiardi e i Cesari
qual nebbia al sol vanir!

3Per voi l'afflitta patria
salvi la nostra fede,
giorni più lieti e liberi
vegga di Pier l'erede.
E la mortal famiglia
composta in amistà
torni ai sereni gaudii
che il mondo rio non ha!
E la mortal famiglia
composta in amistà
torni ai sereni gaudii
che il mondo rio non ha!

Altri progetti

Collabora a Wikipedia Wikipedia ha una voce di approfondimento su Inno ai santi martiri concordiesi

Note

  1. Dopo la decapitazione dei martiri, secondo la tradizione le teste degli stessi vennero gettate in questo fiume
  2. Riferimento all'invasione unna del 452 che colpi anche Iulia Concordia, ora Concordia Sagittaria