Inno degli universitari fascisti

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX secolo

canti cantastoria Inno degli universitari fascisti Intestazione 11 settembre 2008 75% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Siamo fiaccole di vita,
siamo l’eterna gioventù
che conquista l’avvenir
di ferro armata e di pensier.

Per le vie del nuovo Impero
che si dilungano nel mar,
marceremo come il Duce vuole,
dove Roma già passò.
 
Bocche di porpora ridenti,
date amor, date amor,
e noi domani a tutti i venti
daremo il tricolor!

O nude stanze,
fredde, squallide nell’ora di studiar,
dove speranze,
sogni, canti pur ci vengono a trovar.
 
A noi veglianti
sui volumi d’ogni scienza e d’ogni età,
il dover gridi: “Per l’Italia e per il Duce
eja, eja, eja, alalà!”