Ippolito/Quarto stasimo

Da Wikisource.
../Quarto episodio

../Esodo IncludiIntestazione 16 luglio 2017 75% Da definire

Euripide - Ippolito
Traduzione dal greco di Ettore Romagnoli (1928)
Quarto stasimo
Quarto episodio Esodo

[p. 280 modifica]coro

Tu governi lo spirito indomito
dei Numi e degli uomini, o Cípride.

[p. 281 modifica]

E teco, rapidissima
lanciando Amore
l’ala versicolore,
su tutta la terra s’aggira,
e su la salsedine
del ponto sonoro.
E molce, se alìgero,
se rutilo d’oro
s’avventa in un cuor che delira,
le fiere che vivon sui vertici
dell’alpe, o nel pelago,
e quante la terra ne nutre,
arsa, ammirata dal sole,
e degli uomini molce la prole.
Ogni progenie, o Cìpride, s’inchina
a te, sola regina.