La Cicceide legittima/I/CCIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCIII ../CCII ../CCIV IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCII I - CCIV
[p. 103 modifica]

Per un’oppostzione fattasi al Poema della Cicceide con quel verso d’Orazio nella Poetica.
Nec gemino bellum Trojanum orditur ab ovo
.
Al Sig. Curzio Picotti.

cciii.

CUrzio, colui che in cento modi e cento
     Lacera il mio Poema, e mi fa strazio;
     Senza mostrarsi mai pago, nè sazio
     4D’esercitare il critico talento,
Dice in particolar, per quel che sento,
     ch’io vo lontano un troppo lungo spazio
     Dal precetto poetico d’Orazio,
     8Che danna il cominciar dal nascimento.
Or io sentita questa opposizione,
     Punto non la contrasto, anzi l’approvo,
     11Con dir, ch’egli ha grandissima ragione;
Poichè per verità, mentre mi trovo
     D’averlo incominciato da C....
     14E’ sempre ver, ch’ho incominciato ab Ovo.