La Cicceide legittima/I/XXXIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

XXXIX ../XXXVIII ../XL IncludiIntestazione 7 agosto 2012 100% da definire

I - XXXVIII I - XL
[p. 20 modifica]

Il Tencone.

xxxix.

D.Ciccio, avendo carnalmente usato,
 Ha preso un sollennissimo Tencone,
     Che pria di maturarsi è rientrato
     4Senza venire alla supporazione:
Così quell’acre umor gii ha cagionato
     Un enfior sì maligno in un C......
     Che cresciuto bel bello, è diventato
     8Grosso quasi a misura d’un pallone.
Or mentre ei vien dal gentil dolore
     Astretto a detestar con faccia smorta,
     11E con umide ciglia il proprio errore,
È quì fra molti, e con ragione insorta
     Quella perplessità = se sia maggiore,
     14O ’l C.... ch’è portato, o quel che ’l porta.