La Cicceide legittima/I/XXXVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

XXXVIII ../XXXVII ../XXXIX IncludiIntestazione 7 agosto 2012 100% da definire

I - XXXVII I - XXXIX
[p. 20 modifica]

D. Ciccio travagliato da mal Francese.

xxxviii.

D. Ciccio sempre mai poco avvertito
 Nel porre in opra il membro peccatore,
     Tratto l’altr’jeri da un giovanil prorito
     4Entrò nel Campo a duellar d’Amore;
Ma la disgrazìa il fè restar ferito
     Per man d’un mal francese traditore,
     E fu con sì grand’impeto investito,
     8Ch’è già presso a lo spasmo il suo dolore.
Or mentre in tale stato altrui gli orecchi
     Assorda con le sue lamentazioni,
     11Muove a pietà di se Giovani, e Vecchi;
Però che non v’è stil, legge, o ragioni
     Ond’io possa capir, che ’l C..... pecchi,
     14E che poi si puniscano i C......