La Cicceide legittima/II/I

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
I

../../II ../II IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% Da definire

II II - II
[p. 169 modifica]

PROEMIO.


I.


RIde il Ciel quanto vaga oltre l’usato
 L’Alba con roseo nembo il sen gl’infiora,
     O quando il Rè del giorno allor che è nato
     4A la Notte, che spira, il tergo indora:
Ride florido il suolo allor, che fuora
     Spunta tra l’erbe il popolo odorato,
     E ride il Mar tra belle calme allora,
     8Quando più nol flagella Eolo placato.
Ma se il Ciel ver D. Ciccio i lumi atterra,
     S’a lui gli occhi solleva il mobil flutto,
     11E se ’l suolo a mirarlo i rai disserra;
Fattosi allor di tante parti un tutto,
     Ride il Mar, ride il Ciel, ride la Terra,
     14E ride di D. Ciccio il Mondo tutto.