La Cicceide legittima/II/XXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

XXIII ../XXII ../XXIV IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

II - XXII II - XXIV
[p. 180 modifica]

Il Pomo d'oro.

xxiii.

D. Ciccio, io lessi già, che fu gettato
     Dal Cielo in grembo a Paride Pastore
     Un Pomo d’oro, acciò che consegnato
     4Da lui venisse a la beltà maggiore:
Quindi aspirando in terzo a tal Primato
     Con Minerva, e Giunon la Dea d’Amore,
     Finalmente a quest’ultima fu dato,
     8Premessone il Decreto a suo favore.
Ma s’ancor tu, pigliata occasion tale.
     Colà ti fossi allor con l’accennate
     11Deità presentato al tribunale,
Tutte, e tre si sarebbon ritirate;
     Che sol la tua, per senso universale,
     14E’ veramente faccia da pomate.