La Cortigiana (1525)/Atto secondo/Scena diciottesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto secondo
Scena diciottesima

../../Atto secondo/Scena diciassettesima ../../Atto secondo/Scena diciannovesima IncludiIntestazione 30 maggio 2008 75% Teatro

Atto secondo - Scena diciassettesima Atto secondo - Scena diciannovesima

Rosso, solo.

Rosso
Io sto meglio che non merito; el mio padron m’ha dato mille baci e me dice ’messere’ e vuol che me obedisca sino al canovaio. Ah, ah, ah! E che sí che sí, che sí ch’io dovento piú gran maestro che Marforio. Infin beato è chi sa ben portare polli. E mi pare cosí vedere ch’ognun mi si caverà la beretta. Or m’è forza ritrovare Aloigia e menarla a lui; ma se questa cosa si scuopre, suo danno; io so ogni buco in Italia a irsi con Dio. Ma io mi confido in santa Aloigia che ne sa piú che ’l calendario, che insegna le feste a l’anno; e credo che mi bisognerà spettarla un’ora, perché l’ha piú da fare che la solicitudine.