La canzone della "Tagliamento"

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX secolo

Canti cantastoria La canzone della "Tagliamento" Intestazione 8 aprile 2013 75% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Per voi ragazze belle della via
che avete il volto della primavera,
per voi che siete tutta poesìa
e sorridete alla camicia nera,
per voi noi canteremo le canzoni
dei nostri vittoriosi battaglioni.
  
2Ohè camerati,
degli "M" decorati,
A noi!
Il Don ci ha battezzati
A noi!
  
3Partiti dalla Roma madre antica
per continuar la marcia redentrice,
andammo nella Russia bolscevica
portando in cuor la fede innovatrice.
Ci precedette un'epica Legione
ci accolse il rombo cupo del cannone.
  
4Ohè camerati,
degli "M" decorati,
A noi!
Il Don ci ha battezzati
A noi!
  
5Poi venne il dì dell'algido squallore
in riva al grande fiume dei cosacchi,
allor rifulse indomito il valore
che invermigliò la lotta negli attacchi.
La nostra "M" ormai dal tempo stinta,
dal sangue degli eroi venne ritinta.
  
6Ohè camerati,
degli "M" decorati,
A noi!
Il Don ci ha battezzati
A noi!
  
7E quando a Roma noi ritorneremo,
e per le vie dell'Urbe sfileremo,
le nere insegne tutte insanguinate
dinnanzi al nostro Duce inchineremo.
Su di esse inciso v'è come nel quarzo
tutto il valor della "23 Marzo".
  
8All'erta imboscati,
che gli "M" son tornati,
gli eroi,
sarete bastonati,
da noi!