Le poesie di Catullo/74

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../73

../76 IncludiIntestazione 22 ottobre 2010 100% poesie

Gaio Valerio Catullo - Poesie (I secolo a.C.)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1889)
74
73 76
[p. 122 modifica]

Gellio udì, che lo zio solea far chiasso,
   S’ei dicesse o facesse un che di grasso.

A schivar questo, ei dello zio si prese
     La moglie, e così Arpocrate lo rese.

5L’intento ottenne; ed or convien che taccia
     Lo zio, quand’anche in bocca ei gliela faccia.