Le rime della Selva/Parte prima/A un abete

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Parte prima - A un abete

../Mi contraddico? ../Al muscolo incontentabile IncludiIntestazione 25 novembre 2016 100% raccolte di poesie

Parte prima - Mi contraddico? Parte prima - Al muscolo incontentabile


[p. 123 modifica]

A UN ABETE.


 
Tragico abete, vivi?
      E ancor dall’erma rupe
      Signoreggi le cupe
      4Forre e i cadenti clivi?

Vivi, stancando il nerbo
      De’ venti, irsuto e frusto,
      Tutto una piaga il fusto,
      8Ma diritto e superbo?

Se le folgori accese
      Che ti morsero il tronco
      T’han di più rami cionco,
      12Nessuna al suol ti stese.

[p. 124 modifica]


Quale ti vidi un giorno,
      Tale allo sguardo mio
      Riappari. Non io
      16Quale allor fui qui torno.

Ero a quel tempo, o abete,
      Degli anni miei nel fiore,
      E mi teneva amore,
      20Cara e ingegnosa rete.

Ero a quel tempo, o abete,
      Pien di baldanza in fronte:
      Bevevo ad ogni fonte
      24E bruciavo di sete.

E come t’ebbi scorto,
      Dissi ridendo: Al certo,
      S’io torno, quel diserto
      28Albero sarà morto.

Ed ecco, o viva trave,
      Tu sopra questi balzi
      Erta e salda t’innalzi
      32Com’albero di nave.

[p. 125 modifica]


E vedi me, già chino
      Verso la madre antica,
      Ritentare a fatica
      36Il memore cammino.