Nacque a Tirinto ier, (che gaudio ha il core!)

Da Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giambattista Felice Zappi

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Nacque a Tirinto ier, (che gaudio ha il core!) Intestazione 18 gennaio 2020 100% Da definire

[p. 15 modifica]

XXXII.


Nacque a Tirinto ier, (che gaudio ha il core!)
     Un Fanciullin di mille vezzi adorno:
     Scelga candide pietre ogni Pastore,
     E segni la più bella un sì bel giorno.
5Corra ogni Ninfa al pargoletto intorno
     Qual d’un bacio l’onori, e qual d’un fiore;
     Rinnovi Arcadia mia nel suo soggiorno
     Quel che fe’ Cipro quando nacque Amore.
E tu vago Bambin degno de’ tuoi,
     10Cresci, chè il Tempio e la Palestra molto
     Spera in te rinnovar de’ prischi Eroi.
Cresci, e col minor pregio in te raccolto
     Vinci il maggior d’altrui: vinci se puoi
     Al canto il Genitor, la Madre al volto.