Nasce l'illustre Ciro, e nasce appena

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giambattista Felice Zappi

N Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 8 novembre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 23 modifica]

XLVII.


Nasce l’Illustre Ciro, e nasce appena,
     Che gli è forza fuggir le memorande
     Ire d’Astiage, e va di pena in pena
     Dovunque avvien che cieca sorte il mande.
5Se voi vedete in boschereccia arena
     Assisa fra Pastori anima grande,
     Egli è Ciro, che accoglie a suon d’avena
     Umili versi, e povere ghirlande.
Ma la fortuna alfin si squarcia il velo;
     10Porge a Ciro la spada, ed ei l’impugna,
     Dando un guardo alla spada e un guardo al Cielo.
E non racquista sol l’avito Impero;
     Doppiansi a Ciro i Regni: abbatte espugna
     E Medi e Persi e l’Oriente intero.