Non treccia d'oro, non d'occhi vaghezza

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Boccaccio

XIV secolo N Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Intestazione 2 ottobre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV/Giovanni Boccacci


[p. 303 modifica]

     Non treccia d’oro, non d’occhi vaghezza,
Non costume real, non leggiadrìa,
Non giovanetta età, non melodìa,
4Non angelico aspetto nè bellezza
     Potè tirar dalla sovrana altezza
Il re del cielo in questa vita ria
Ad incarnare in te, dolce Maria,
8Madre di grazia e specchio d’allegrezza;
     Ma l’umilità tua, la qual fu tanta
Che potè romper ogni antico sdegno
11Tra Dio e noi e fare il cielo aprire.
     Quella ne presta dunque, madre santa;
Sicchè possiamo al tuo beato regno,
14Seguendo lei, devoti ancor salire.