Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano)/Manifesto 23 maggio 1859 (Napoleone Giuseppe Carlo Paolo Bonaparte)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Napoleone Giuseppe Carlo Paolo Bonaparte

Manifesto 23 maggio 1859 ../Proclama s.d. (Vittorio Emanuele II) ../Ordine del giorno 18 maggio 1859 (d'Angely) IncludiIntestazione 20 maggio 2011 100% Storia

Proclama s.d. (Vittorio Emanuele II) Ordine del giorno 18 maggio 1859 (d'Angely)

[p. 121 modifica]N. X

Rada di Livorno
a bordo della Reine Hortense
23 Maggio 1859


Manifesto. – Toscani! L’Imperatore, a richiesta dei vostri rappresentanti, m’invia nei vostri paesi per sostenervi la guerra contro i nostri nemici, gli oppressori d’Italia.

La mia missione è unicamente militare. Io non debbo occuparmi, nè mi occuperò del vostro ordinamento interno.

Napoleone III ha dichiarato di non avere altra ambizione che quella di far trionfare la Santa Causa dell’Indipendenza, e di non lasciarsi mai guidare da interessi di famiglia. Egli ha detto che la Francia, paga della sua [p. 122 modifica]potenza, si proponeva per unico scopo di avere a’ suoi confini un popolo amico che le dovrà la sua rigenerazione.

Se Iddio ci protegge e ci da la vittoria, l’Italia si costituirà liberamente, e contando oramai fra le nazioni, rassoderà l’equilibrio dell’Europa.

Pensate che nessun sacrifizio è troppo quando l’Indipendenza deve essere il prezzo dei vostri sforzi; coll’unione, colla moderazione, coll’energia, mostrate al mondo che siete degni di esser liberi.

Il Principe comandante in capo del 5.° corpo dell’Esercito d’Italia