Opera:Le mille e una notte

Da Wikisource.
Le mille e una notte
Prima pubblicazione: X secolo
Lingua originale: arabo
Edizioni disponibili nelle varie lingue:
Sughrat.jpg

Edizioni[modifica]

Edizioni su altri siti[modifica]

  • Novelle arabe divise in mille ed una notte. Tradotte dall'idioma francese nel volgare italiano, In Venezia, per Sebastiano Coleti 1721-1722
    • Tomo primo, 1722
    • Tomo secondo, 1721
    • Tomo terzo, 1722
    • Tomo quarto, 1721 (GB)
    • Tomo quinto, 1721
    • Tomo sesto, 1721 (GB)
    • Tomo settimo, 1722 (GB)
    • Tomo ottavo, 1722 (GB)
    • Tomo nono, 1722 (GB)
    • Tomo decimo, 1722 (GB)
    • Tomo undicesimo, 1722 (GB)
    • Tomo dodicesimo, 1722 (GB)
  • Continuazione delle novelle arabe divise in mille ed una notte. Tradotte litteralmente in francese da don Dionigio Chavis, arabo di nazione, sacerdote della Congregazione di s. Basilio, e ridotte dal sig. Cazotte, membro dell'Accademia di Dione, ec. Ora per la prima volta dall'idioma francese recate nel volgare italiano., In Venezia : presso Giuseppe Orlandelli per la dita del fu Francesco di Nicolò Pezzana, 1791
    • Tomo primo (GB)
    • Tomo secondo (GB)
    • Tomo terzo (GB)
    • Tomo quarto (GB)
  • Le mille e una notte : novelle arabe / tradotte in francese da Antonio Galland ; versione italiana nuovamente emendata e corredata di note, Napoli : dalla tip. del fu Migliaccio, 1856 (GB)