Pagina:Alberti - Della architettura della pittura e della statua, 1782.djvu/359

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

indice. 337


 

De la conveniente muraglia de Porti, et de luoghi commodi per le Piazze ne le Città. CAP. VIII. 

pag. 96 


LIBRO QUINTO.

Nel quale si tratta de gli edifizii particolari.


 

De le Fortezze, et de le habitazioni che hanno a servire per i Re, et per i Signori, et de le loro differentie, et parti. CAP. I. 

98 
 

Del Portico, Antiporto, Androne, Sala, Scale, Veroni, Vani, Porte di dietro, Ripostigli segreti, et Stanze nascose: et in quello che siano differenti le Case de Principi da quelle de privati; et de gli appartati, et insieme congiunti appartamenti del Principe, et de la sua Donna. CAP. II. 

100 
 

De la ragionevole muraglia del Portico, Androne, Sale da State, et da Verno, de la Torre, et de la Fortezza, et de la proprietà de le Case Regali, et di quelle de Principi nuovi. CAP. III. 

102 
 

De la commoda muraglia, sito, et forzificamento d’una Fortezza o in Piano, o in Monte, et del ricinto, piano, mura, fossi, ponti, et torri di essa. CAP. IV. 

103 
 

De luoghi de la Fortezza, dove i Soldati hanno a far le guardie, et dove gli hanno a stare a combattere. De tetti di detta Fortezza, et come si debbino afforzificare, et de le altre cose necessarie a la Fortezza, e di uno Re, o d’uno Principe nuovo. CAP. V. 

105 
 

Di che cose sia consertata la Republica: In che luogo, et in che modo debbino esser fatte le Case di quei, che governano le Republiche, et in che modo quelle de Pontefici. De Tempii principali, et de mediocri. De le Cappellette, et de Tabernacoli. CAP. VI. 

106 
 

Che gli alloggiamenti de Pontefici sono i Chiostri; qual sia l’officio del Pontefice. Quante sieno le sorti de Chiostri, et dove s’habbino a collocare. CAP. VII. 

107 
 

De le Palestre, Studii, et Scuole publiche; Spedali da alloggiare, et da Infermi, cosi per li Maschi, come per le Donne. CAP. VIII. 

109 
 

Del Palazzo principale, de Senatori, del Tribunale de le Sententie, del Tempio, et del Palazzo, dove si amministra Iustitia, et che cose vi stieno bene, et commode. CAP. IX. 

110 
 

Che gli Alloggiamenti de Soldati per terra sono di tre sorti, et come e’ si debbono affortificare, et come altri altrimenti gli affortificano. CAP. X. 

111 
 

De gli alloggiamenti per terra, et da starvi assai, et de la grandezza, de la forma, et de le parti di essi. CAP. XI. 

113 
 

De le Navi, et parti loro; Et de gli Alloggiamenti Maritimi, et loro fortificatione. CAP. XII. 

115 
 

De Commessarii, Camerlinghi, et Riscotitori publici; et di si fatti Magistrati; a quali bisogna fare il Granaio, la Camera del Comune, la Camera dell’Arme, il Mercato, gli Arzanali, et le Stalle; et de le tre sorte de le Prigioni, et del modo, luoghi, et forma loro. CAP. XIII. 

117 
 

De li Edificii privati, et loro differentie: De la Villa, et de le cose da osservarsi nel collocarla, et murarla. CAP. XIV. 

119 
 

Che le Case di Villa sono di due sorti: et del collocare tutte le loro parti commodamente appartenenti parte a gli huomini, parte a gli animali, parte a gli instrumenti, et parte a bisogni de le cose necessarie. CAP. XV. 

121 

 

Che la industria del fattore di Villa si debbe essercitare tanto circa i Bestiami, 

 

V v quan-