Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/351

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni. 335


Pag. 160, lin. 19, 20. — Frase alquanto intricata; più chiaro escirebbe il senso mutando l’ordine delle parole: poiché non m’obligano con lo amarmi ad amar loro.

Pag. 160, lin. 30, 31; pag. 161, lin. 12, 18, 23. — In questo luogo nelle Aldine, e quindi nelle altre edizioni, è scritto Boadiglia e Cariglio, secondo la pronunzia spagnuola; sopra a pag. 145, lin. 19, 23; pag. 147, lin. 22, Boadilla e Carillo, secondo l’ortografia; e questa forma abbiamo preferto, attenendoci alla consuetudine dell’autore.

Pag. 164, lin. 16.bracciesca. Così le Aldine del 1533, del 1543, e l’edizione originale o del 1528, ma questa con lettera majuscola Bracciesca; quelle del 1538, del 1541 e del 1547, hanno bracesca.

Pag. 165, lin. 36.quello di che io. Male le Aldine degli anni 1538, 1511 e 1547, quello che io.

Pag. 166, lin. 11.Cortegiana. S’astiene l’autore di chiamare la Dama di Corte con questo nome, chiamandola in vece Donna di Palazzo; perché Cortegiana per lo più è preso in cattivo significato. Fra le Orazioni del nostro M. Sperone Speroni ve n’ha una scritta ne’ giorni santi alle Cortegiane, per rimuoverle dalla pessima lor consuetudine. Alle volte però il Castiglione è pur caduto in ciò che non volea, chiamandola con un tal nome, come a carte 166 e 172, e forse in qualche altro luogo. Gaetano Volpi.

Il Castiglione fa uso parimente di questa voce nella Lettera 8 fra le Famigliari: Io mi parlo assai accarezzato dalla Illustrissima Signora, che mi ha onorato ed accarenato assaissimo più che non merito, e ’l medesimo tutte quest’altre Donne Cortegiane e non Cortegiane.

Pag. 166, lin. 21.non mi vi sento. Meno bene le Aldine degli anni 1538, 1541, 1547, non mi sento.

LIBRO TERZO.

Pag. 168, lin. 1. — Preso da Aulo Gellio, lib. I, cap. 1.

Pag. 169, lin. 23.Essendosi. Meno bene le Aldine degli anni 1538, 1541, 1547, Essendo.

Pag. 170, lin. 8, 9. — di chiarir. Forse non male le Aldine degli anni 1541 e 1547, dichiarir.

Pag. 170, lin. 30.più s’appressano. Così le Aldine e tutte le edizioni anteriori al Dolce; onde non osai ammettere la lezione da questo introdotta, e conservatasi in tutte le edizioni posteriori, più si apprezzano.