Pagina:Frezzi, Federico – Il quadriregio, 1914 – BEIC 1824857.djvu/425

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

INDICE


LIBRO PRIMO

del regno d’amore


I. |||
Come all’autore apparve Cupido, e questi lo condusse nel regno di Diana, ove a’ preghi del medesimo ferì la ninfa Filena |||
   » 3
II. |||
Nel quale l’Amore prova per molti esempli che nessuno può far resistenza a lui ed alle sue saette |||
   » 9
III. |||
L’autore vien tradito da un satiro, mentre cerca Filena, che, aspramente da Diana punita, in quercia si trasmuta |||
   » 15
IV. |||
Lamento dell’autore sopra la perduta Filena: promessa di piú bella ninfa fattagli da Cupido |||
   » 20
V. |||
Dell’avvenimento di Giunone invitata alla festa di Diana |||
   » 25
VI. |||
Della caccia del cervo per la gara della ghirlanda tra Lisbena e Lippea |||
   » 30
VII. |||
Come la ninfa Lippea fu coronata della ghirlanda, che avea vinta |||
   » 35
VIII. |||
Come Cupido, irato con la ninfa Lippea, la feri d’una saetta d’oro |||
   » 40
IX. |||
Come la ninfa Lippea si duole che le convien partire. * |||
   » 45
X. |||
Nel quale l’Amore discorre delle varie impressioni dell’aere con l’autore, a cui da Venere vien promessa la ninfa Ilbina. *1 |||
   » 50
XI. |||
Come la dea Minerva discese e seco menò Ilbina ninfa |||
   » 55
XII. |||
Come la dea Minerva racconta all’autore l’eccellenza del suo reame |||
   » 60
XIII. |||
Come l’autore trova una ninfa chiamata Taura, la quale gli rende ragione di molti fenomeni |||
   » 65
XIV. |||
Coinè Cupido fece battaglia con Vulcano e come a prego di Venere Giove discese dal cielo e pose pace fra loro |||
   » 70
XV. |||
Come l’autore trova una ninfa di Cerere, chiamata Panfia, la quale gli conta il reame di Eolo, dio delli venti |||
   » 75