Pagina:Giulia Turco Turcati Lazzari - Il piccolo focolare, 1921.djvu/159

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 149 -

lume, 300 gr. di farina, 70 gr. di zucchero e un po’ di raschiatura di limone. Maneggiate ogni cosa con forza sulla spianatoia formando un pastone elastico e lavorandolo finché si stacca dalle mani. Riducetelo in forma d'anello come insegna la precedente ricetta, fatelo lievitare sulla piastra unta e infarinata che terrete in luogo caldo, per esempio in vicinanza del fornello. Quand'è raddoppiato di volume bagnatelo mediante una penna col latte tepido e cuocetelo a forno ardito. Si può allestire anche tra la brace in una tegghia.

72. Pane di latte col lievito di soda. — Amalgamate sulla spianatoia 750 gr. di farina fina, 60 gr. di burro, 200 gr. di zucchero, un cucchiaio d’anici lavati, 22 gr. di cremor di tartaro e 8 gr. di carbonato di soda. (Queste polveri sarebbe bene mescolarle e passarle due o tre volte allo staccio insieme alla farina). Formate un pastone ben lavorato, intridendolo con quella quantità di latte che può occorrere per ottenere una certa morbidezza, cioè con un bicchiere circa. Riducete il composto come un lungo salsiccione cilindrico e disponetelo sulla piastra del forno un po’ unta e infarinata. Lasciatelo riposare un paio d’ore e poi cuocetelo a calore vivo nel forno. Cottura 3/4 d'ora circa.


Pane e feste tengon il popol quieto.


73. Pane di latte col lievito di birra. Procuratevi 40 gr. di buon lievito di birra fresco, mettetelo in una pentola e scioglietelo con un paio di cucchiai di latte crudo. Aggiungetevi 6 cucchiai di farina e dell’altro latte crudo, ma lievemente intiepidito, quanto basti per formare una pappina di media consistenza. Collocate la pentola in un luogo caldo, p. e. accanto al fornello ma non tanto che il lievito possa scottarsi dalla parte di sotto e perciò andare a male, e quando è quasi triplicato di volume per azione del calore, portatelo sulla spianatoia dove avrete disposto 50 gr. di farina intiepidita, 100 gr. di zucchero e 60-80 gr. di burro, amalgamatelo col resto unendovi quella quantità di latte tiepido ma crudo che vi occorrerà per formarne un pastone compatto. Non dimenticate 2-3 buoni pizzichi di sale e, se vi piacessero, un cucchiaio d’anici ben puliti entro un tovagliolo o lavati. Lavorate con forza il pastone finché non s’attacca più nè alle dita ne alla spianatoia, sbattendolo con forza e riducendolo quindi alla torma di un lungo pane cilindrico che disporrete sulla piastra del forno unta