Pagina:Poemi (Byron).djvu/191

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Io vedo...io vedo la neri-occhiuta fanciulla del Paradiso! essa agita un fazzoletto...un fazzoletto verde e forte grida: — vieni baciami, ch’io t’amo ec.»

23 Monkir, e Nekir.— Sono gli inquisitori dei morti, a cui vanno sottoposti i loro cadaveri per subire una specie di noviziato alla dannazione.

24 Eblis.— Il principe delle tenebre.

25 Vamppro.— Generale in Oriente è la credenza in questi sozzi divoratori; faccia fresca, e labbra molli di sangue, sono i segni non fallaci d’un Vampiro; i Greci non possono pronunziarne il nome senza orrore.

26 Calojero.— Religioso.

27 Augello del Deserto.— Il pellicano che, dicesi, nutre i figlj col proprio sangue.

28 Tahir.— Dervis.

29 Sul profetico orecchio ec.— La dottrina del pre ascoltare è assai accreditata fra gli Orientali.