Pagina:Raffaello - Lettera a Leone X, 1840.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21

benchè siano più distanti di spazio di tempo, sono però più prossimi per la qualità, e posti quasi tra l’uno e l’altro. E quelli del tempo de’ goti, benchè siano prossimi di tempo a quelli del tempo degl’imperatori, sono differentissimi di qualità, e come due estremi, lasciando nel mezzo li più moderni. Non è adunque difficile il conoscere quelli del tempo degl’imperatori, i quali sono li più eccellenti e fatti con grandissima arte e bella maniera d’architettura; e questi soli intendo io di dimostrare. Nè bisogna che in cuore d’alcuno nasca dubbio, che degli edifici antichi li meno antichi fossero men belli o meno intesi, perchè tutti erano d’una ragione. E benchè molte volte molti edifici dalli medesimi antichi fossero instaurati, come si legge che nel luogo dove era la casa aurea di Nerone, nel medesimo dappoi furono edificate le terme di Tito, e la sua casa, e l’anfiteatro; nientedimeno erano tutte con la medesima ragione degli altri edifici ancor più antichi che il tempo di Nerone, e coetanei della casa aurea (9). E benchè le lettere, la scultura, la pittura, e quasi tutte