Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/448

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

di alcune monete inedite e sconosciute di scio - appendice 409

intendiamo menomamente di cedere le armi, ed anzi sosteniamo più che mai l’autenticità delle monete di Scio descritte, le quali sono poi per la massima parte nella nostra raccolta e ostensibili a chiunque non credesse sufficienti a darne una chiara idea le due tavole pubblicate.




P. S. Sul fascicolo IX-X (settembre-ottobre 1888) del Giornale Ligustico di Archeologia, Storia e Letteratura, leggiamo una piccola recensione fatta dal Ch. Direttore di quel Periodico L. T. Belgrano, sul nostro primo articolo: Di alcune monete inedite e sconosciute della zecca di Scio comparso nel primo fascicolo di questa Rivista. Noi, mentre ringraziamo l’autore d’essersi occupato del nostro piccolo lavoro e delle gentili espressioni a nostro riguardo, rispondiamo brevemente a qualche punto di detta recensione.

La prima lettera della leggenda del dritto, nel matapane descritto al N. 1, da quanti esaminarono la moneta fu senz’altro giudicata una P. Noi abbiamo pertanto proposta l’attribuzione di quel matapane a Paleologo e Benedetto Zaccaria.

Quanto al matapane di Martino solo (N. 2 della tavola), avendone ora acquistato due altri esemplari di migliore conservazione, vediamo che infatti nella leggenda del diritto si deve correggere v iratoi in