Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
122 Proverbi sul cavallo.

e se ne va a oncie; si fa presto a buscarsi un malanno, ma a guarirne ci vuol tempo e talvolta molto lungo.

83. Imbrigliar il cavallo per la coda.

Cioè far le cose a rovescio.

84. In mancanza di cavalli, gli asini trottano, ed i tedeschi:

Fehlt’s an Pferden, reitet man Esel, oppure:

Traben die Esel.

In mancanza del meglio bisogna appigliarsi al meno buono, sia che si tratti di uomini o di cose.

85. Il terreno non arato,
     Il vigneto non vangato.
     Il caval non pascolato,
     Son tre cose da spiantato.

Chi si mostra tanto negligente e poltrone da trascurare il governo di queste tre cose, come è indicato dal proverbio, non può a meno di andare in rovina.

86. Lasciar il trotto per l’ambiatura.

Significa ironicamente lasciar l'ottimo per il meglio e poi perdere l’uno e l’altro, il che vuol dire mandare a male un’impresa. Il Boccaccio nel Decamerone fa dire da Bruno a Buffalmacco....«e la pietra (la famosa pietra elitropia) potrebbe venire alle mani dei contadini e noi avremmo perduto il trotto per l’ambiatura». Ambiatura od ambio (vedasi il proverbio: Il puledro non va