Pagina:Zibaldone di pensieri VI.djvu/397

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
392 pensieri (4017-4018)

de’ soli letterati, a quel che pare), e spettano al presente proposito (17 gennaio 1824).


*    Alla p. 3176, margine-fine. Vedi la Storia del Guicciardini, edizione di Friburgo, lib. 1, tom. I, p. 23, 27-28, 49, 55, 56, 64-5, 105-6, lib. 2, p. 138-9, 142, lib. 5, p. 422, 430, 431, da’ quali luoghi si rileva che Carlo ottavo di Francia ebbe inutilmente, come Filippo contro i persiani, il disegno di passare contro i turchi, e far la grande impresa dell’Asia e Grecia ec. Principe non comparabile per altro a Filippo né di valore né di fortuna, la qual ebbe infelicissima all’Italia, anzi indegno di pure esser proposto a tal paragone (17 gennaio 1824). Vedi p. 4025.


*    Esperimentato per che ha fatto esperienza, perito. Guicciardini, t. I, p. 128, mezzo circa, edizione di Friburgo, t. II, p. 240, principio, e altrove spessissimo: e vedi la Crusca. Esperimentato nelle guerre, nel governo, a ec. Sperimentato, ib., p. 131, mezzo circa ec. (17 gennaio 1824).


*    Sopraddiminutivi greci. πόλις-πολίχνη-πολίχνιον (18 gennaio, domenica, 1824).  (4018)


*   Spagnuolo tragar - τρώγω aor. 2 ἒτραγον, onde τράγημα ec. e fors’anche τράγος (18 gennaio 1824, domenica).


*    I participii passivi di verbi transitivi usati in forma attiva, sí in latino sí quelli massime delle lingue moderne, s’usano per lo piú (e nelle lingue moderne forse tutti) assolutamente, o almeno senz’accusativo, insomma intransitivamente, sia che s’usino in forma aggettiva o di participio o comunque (18 gennaio 1824, domenica).