Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/48

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
(4122) pensieri 43



*    Ἐφόδιον-fodero, usato, in senso di provvisione di città o piazza, per assedio, anche dal Botta nella Storia d’Italia, libro 7o, Italia, 1824, tom. I, p. 514 (19 novembre 1824).


*    Abundado, voce antica spagnuola per abbondante. Saavedra Faxardo, Idea de un principe politico Christiano, Amsterdam, 1659, in 16mo, p. 655, 663 bis (20 novembre 1824).


*    Implicitus, implicatus.


*    Implicito as (24 novembre, festa di San Flaviano Protettore di Recanati, 1824).


*    Diminutivi positivati. Nepeta latino - nepitella ec. italiano, aratrum-aratolo.


*    Altro per nessuno o ridondante. Guicciardini, IV, 398. Di quella altra (cioè niuna) dichiarazione vedi la pagina precedente di esso Guicciardini.


*    Privus per privatus, participio. Vedi Forcellini in privus, fine (30 novembre, festa di S. Andrea, 1824).


*    Vilipeso per disprezzabile. Crusca. Contemtus nello stesso senso. Vedi Forcellini.


*    Liceor-licitor (5 dicembre, domenica, 1824). Solito as.


*    Dell’italianismo ἐκτὸς εἰ μὴ, πλὴν εἰ μὴ ec., dove il μὴ ridonda, vedi Luciano, Soloeicista; Opera, 1687, t. II, p. 748, nota 1 del Grevio (6 dicembre 1824, ottava dell’anniversario della morte di mia nonna).


*    Gli occhi infra ’l mare sospinse (stando sul lido), cioè nel mare. Boccaccio, Novella di Madama Beritola e dei cavriuoli; Trenta novelle scelte, Venezia, 1770, p. 68.