Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1537

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1537

../1536 ../1538 IncludiIntestazione 2 ottobre 2014 100% Saggi

1536 1538

[p. 218 modifica] ultima analisi da questa inclinazione (21 agosto 1821).


*    Gli odori sono quasi un’immagine de’ piaceri umani. Un odore assai grato lascia sempre un certo desiderio forse maggiore che qualunqu’altra sensazione. Voglio dire che l’odorato non resta mai soddisfatto [p. 219 modifica]neppur mediocremente; e bene spesso ci accade di fiutar con forza, quasi per appagarsi e per render completo il piacere senza potervi riuscire. Essi sono anche un’immagine delle speranze. Quelle cose molto odorifere che son buone anche a mangiare, per lo piú vincono coll’odore il sapore, e questo non corrisponde mai all’aspettativa di quel gusto che dall’odore se n’era conceputa. E se voi osserverete vedrete che, odorando queste tali cose, ci viene quel desiderio che tante volte ci avviene nella vita, d’immedesimarci in certo modo con quel piacere, il che ci spinge a porcelo in bocca; e fattolo restiamo mal paghi. Né solo nelle cose buone a mangiare, ma anche negli altri odori ci sopravviene lo stesso desiderio; e