Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1971

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1971

../1970 ../1972 IncludiIntestazione 27 novembre 2014 100% Saggi

1970 1972

[p. 469 modifica] mai nella desinenza. Or questa qualità delle dette tre lingue non può attribuirsi alla corruzione particolare che ricevette la lingua latina in Francia, Spagna, Italia, indipendentemente l’una dall’altra; ma, essendo comune e costantissima in tutte tre, manifesta chiaramente un’origine comune. Or questa, non essendo la lingua latina scritta, non può essere altro che l’antica volgare, ugualmente diffusa e comunicata alle tre nazioni. Mi par dunque evidente che nel latino volgare la caratteristica di tutti i futuri indicativi fosse la r. Questa proprietà del volgare latino mi par che s’abbia da tenere per dimostrata. Credo verisimile che esso volgare, in luogo [p. 470 modifica]del futuro indicativo, usasse il futuro congiuntivo, la cui caratteristica è sempre la r nel latino che noi conosciamo. Cosí, per esempio, il futuro congiuntivo legero corrisponde appuntino all’italiano leggerò e ne viene ad esser la fonte.