Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2333

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2333

../2332 ../2334 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2332 2334

[p. 175 modifica] pienamente inciviliti (quale fu poi il caso de’ settentrionali sull’impero romano, e lo è oggi di nuovo, massime riguardo alla Russia, sul resto d’Europa); sempre che una nazione una patria esisterà in mezzo a popoli che non abbiano mai avuta, o per l’estremo incivilimento abbiano perduta, la nazione e la patria; la mezzana civiltà trionferà di tutto il mondo, e quella nazione che resta, o che nasce, per piccola che sia, diverrà conquistatrice, e segnerà il suo nome nel catalogo delle nazioni che hanno dominato universalmente; finché questo medesimo dominio non la ridurrà allo stato delle potenze da lei vinte e distruggerà il suo potere. Il che oggi, stante la marcia accelerata delle cose umane, avverrà piú presto che non soleva anticamente.

In questo catalogo delle nazioni dominanti ne’ diversi tempi, dove io ho detto l’Asia, tu devi dividere e porre successivamente le diverse nazioni dell’Asia ch’ebbero impero: gl’indiani forse, e prima di tutti; gli assiri, i medi, i persiani, forse