Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2347

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2347

../2346 ../2348 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2346 2348

[p. 184 modifica]

Se dunque assai volte si trovano nella lingua italiana o spagnuola o francese altri tali participii contratti, che nella buona latinità non si trovano se non distesi, non perciò si debbono credere recentemente corrotti, ma cosí venuti dal volgare latino, vedendo che tale fu l’antichissimo costume di quella lingua, prevaluto anche negli ottimi scrittori in riguardo a molti altri participii dello stesso genere. E molti infatti di questi participii che l’uso italiano ec. contrae, e che gli scrittori latini non solevano contrarre, si trovano nondimeno contratti allo stesso modo de’ moderni in altri scrittori latini, ne’ poeti e soprattutto ne’ piú antichi, nova prova di ciò ch’io dico. per esempio, posto dicono gl’italiani, e puesto gli spagnuoli, per quello che i latini sogliono scrivere positus. Ma voi troverete postus ne’ frammenti di Ennio, in Lucrezio, in Silio (Forcellini positus a um, in fine). Troverete repostus [p. 185 modifica](riposto) in Orazio ec. Compostus (composto, compuesto) in Virgilio, Eneide, I, 249, ed altri de’ quali vedi il Forcellini Anzi questa forma pare